DON GIOVANNI

"...Dans le rôle-titre, Luca Dall'Amico se montre performant comme son timbre de baryton-basse sied au personnage par son charme et sa profondeur. Ne manquant jamais de puissance, il projette suffisamment vers le public..."


Par Malory Matignon, Olyrix

"...Le timbre sombre et profond de Luca Dall’Amico est parfait pour le rôle de Don Giovanni. Sa belle palette de nuances, sa maîtrise du souffle et son agilité technique lui permettent d’incarner à tour de rôle un Don Giovanni charmeur (« Deh, vieni alla finestra », acte II), fougueux (« Finch’han dal vino », acte I), colérique et menaçant (« Don Giovanni, a cenar teco m’invitasti », acte II)..."


Anne Heijboer, Forumopera

"... il Don Giovanni del basso Luca Dall'Amico è saldamente piantato nei recitativi, ben innervato nel personaggio, vocalmente sempre espressivo e quindi indiscutibilmente persuasivo..."


Gilberto Mion, Teatro.it

"... Luca Dall'Amico è un'autentica certezza nel ruolo del protagonista. Un professionista giovane e aitante con ottima presenza vocale in tutta la gamma..."


Elena Filini, Il Gazzettino

"...Luca Dall'Amico è ancora una volta Don Giovanni incisivo nel fraseggio, dal gesto scenico elegante, sicuro nell'intonazione..."


Alessandro Cammarano, Operaclick

"...El elenco elegido estuvo muy apropiado empezando por el Don Giovanni de Luca Dall´Amico, expresivo de voz potente y muy bien articulada..."


Francisco García-Rosado, Opera World

"... La compagnia radunata sul palcoscenico del Teatro Olimpico appare interamente composta di giovani leve, compreso il basso vicentino Luca Dall'Amico che presta una voce piena, corposa, ben amministrata e dal fraseggio vario, ad un Don Giovanni precisamente allineato alle linee registiche ... cioè un narcisista nevrotico e palestrato, iperattivo ed egocentrico..."


Gilberto Mion, Teatro.it

"...Dall'Amico si mostra, oltre che un buon cantante, anche un attore di garbo che sa obbedire alla indicazioni del regista nella creazione di un giovinastro dinoccolato e greve..."


Ferdinando D'Urso, Arte e arti

"... Don Giovanni è un giovane coatto e discotecaro, dedito alla cocaina e ai programmi spazzatura in Tv, compiaciuto dal suo gesticolare inconsulto un po’ alla Tony Manero (e qui siamo agli albori del postmoderno), soprattutto dominato da un narcisismo grottesco... "


Cesare Galla, Il Corriere musicale

"... Luca Dall’Amico n’en reste pas moins un jeune interprète manifestement aussi doué vocalement que scéniquement : la tessiture ne lui pose aucun problème et il donne une vie criante à ce personnage émané directement d’une télé-réalité..."


Maurice Salles, Forumopera

"... Don Giovanni (Luca Dall’Amico) ha reazioni restìe e turbate alle avances delle donne che – per soddisfazione dell’ego, vendetta o frustrazione – lo desiderano: si atteggia a sciupafemmine solo perché così richiede il suo personaggio mediatico da talk show, ma, quando accetta le loro attenzioni, lo fa giocando..."


Valentina Anzani, L'Ape musicale

"...Molto bene complessivamente l’esecuzione canora per i giovani protagonisti.Il guascone davvero impenitente è stato interpretato come una seconda pelle da Luca Dall’Amico, calato nella parte in modo totalizzante, tanto nel canto quanto nella recitazione: la gestualità, le movenze ed il colore della voce ambrata si piegano al volere del personaggio che quasi agisce inconsapevolmente mosso da una forza oscura che guida i suoi passi..."


Maria Teresa Giovagnoli, MTG Lirica

"...Il Don Giovanni di Luca Dall'Amico rispondeperfettamente sia al dettato registico che a quellomusicale; la voce, ricca di bella corposità, si piegaduttile ad un fraseggio incisivo e fantasioso..."


Alessandro Cammarano, Operaclick

"... In effetti vediamo in scena dall'inizio alla fine il cantante vicentino divertirsi e dare corpo ad un Don Giovanni che gli è consono per vocalità fluida e sfrontata spudoratezza. Coatto nella mise, con canotta, sneakers alte bianche, pantaloni larghi, mantellina svolazzante da superman, o vestaglia leopardata, si pavoneggia giocando con i colleghi olimpici mentre scende dalle gradinate del Teatro palladiano e indossa una corazza da condottiero romano..."


Eva Purelli, Il Giornale di Vicenza

"... Una specifica menzione per il duttile protagonista Luca Dall’Amico..."


Marco Beghelli, Il Giornale della Musica

"... Dall'Amico... il giovane artista ha un indiscutibile talento vocale, caratterizzato da una perfetta pronuncia e da una buona intonazione... "


Raffaella Petrosino, GB Opera

"...che vede il giovane Luca Dall'Amico, basso già affermato e di importante carriera internazionale, prendere possesso per la prima volta del ruolo di Don Giovanni. E' un attore perfetto, dal fisico slanciato e sinuoso; ha già in mano lo spirito del personaggio oltre che una voce preziosa e di bel timbro, capace di cantare a mezza voce senza affettati estetismi sonori, mai perdendo in sostanza sonora, fino a giganteggiare nel finale..."


Alessandro Mormile, L'Opera